Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Navigando questo sito, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla pagina della legislazione europea e clicca qui
News parrocchiali

Venerdì 17 Maggio alle ore 20,30, il gruppo teatrale “ I Celestini” rappresenterà, presso i locali del Monastero di S. Antonio Abate in Ferentino un dramma teatrale dal titolo “ Il cuore di Celestino”.

Con questa manifestazione si aprono le celebrazioni per la festa di S. Pietro Celestino e per la “Grande Perdonanza “ che raccolgono ogni anno presso l’eremo celestiniano di Ferentino numerosi fedeli ed estimatori del Santo Pontefice ed eremita.

La rappresentazione teatrale permette di entrare, per quanto possibile, nella vicenda vissuta dall’anziano Papa allorchè, dopo appena quattro mesi dall’elezione al soglio Pontificio, rinunciò all’alta missione non ritenendo adeguate le sue forze fisiche e spirituali.

Di qual intrighi fu vittima il Santo Vecchi? Quali personaggi gli si aggiravano intorno? Quali sentimenti albergavano nel cuore generoso del santo?

A queste domande il lavoro teatrale cerca di dare risposta.

La figura di Pietro del Morrone giganteggia nella dedizione assoluta del suo animo ai grandi valori evangelici e all’amore appassionato per la Chiesa e per gli umili.

Celestino ci viene incontro dai torbidi secoli del Medio Evo e ci si mostra uomo evangelico, libero e incapace di compromessi.

Le recenti vicende della rinuncia di Benedetto XVI al Papato hanno fatto immediatamente risalire al precedente storico di Celestino V ed hanno riacceso l’interesse per il Papa del 1200 che fondò il Monastero di Ferentino.

Proprio qui nel maggio del 1296 Pietro Celestino, trovò la sua prima sepoltura fino al 1327, quando il suo corpo fu traslato nella basilica aquilana di S. Maria di Collemaggio.

Proprio quest’anno ricordiamo, pio, il VII centenario della canonizzazione del Santo celebrata ad Avignone dal Papa Clemente V il 5 Maggio 1313.

Infine è doveroso riservare un particolare ringraziamento al gruppo teatrale “i Celestini “ che con passione e sacrificio ha preparato la rappresentazione del dramma sotto la sapiente regia di suor Rosalba Scaturro ed avvalendosi del testo elaborato dal compianto Filippo Neroni.

Don Angelo parroco di S.Antonio Abate.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
ico facebook