Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Navigando questo sito, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla pagina della legislazione europea e clicca qui
013-celebrazione-santantonio-2010Si è svolta oggi, 17 gennaio 2010, la solenne festa di S. Antonio Abate, patrono della parrocchia.
La giornata di oggi si è aperta con la benedizione degli animali ed è proseguita con la Santa Messa solenne, animata dai gruppi di animazione del canto e con una ricca partecipazione di popolo.
L'omelia del parroco ha centrato l'attenzione sulla figura di S. Antonio Abate, un santo da imitare, per cogliere ed imparare, come ha fatto il monaco Antonio, raccogliendo, ove possibile, i doni di Dio "seminati" nei fratelli.
"Collatio" spirituale da far propria per amare meglio e più compiutamente il Signore.
L'autentica venerazione deve, dunque, portare all'imitazione, per conoscere e amare più compiutamente Cristo e la Chiesa, così come ha fatto il monaco Antonio.
S. Antonio, inoltre, aveva ricevuto un particolare dono dello Spirito della "scrutatio": la Parola di Dio che ascoltava veniva accolta dal santo, realmente, come parola di Dio personale indirizzata a Lui.
Per tal motivo il monaco Antonio conosceva la Bibbia a memoria.
Questa intimità e familiarità con la Parola diventa una via privilegiata che il Santo dona alla Parrocchia per conoscere Dio, conoscere se stessa e progettare ogni via pastorale nel "ritmo" e nella meditazione assidua della Sacra Scrittura.
Anche la presenza della Confraternita di S. Rocco ha arricchito la già numerosa presenza della Confraternita di S. Antonio abate della parrocchia.
Per via del maltempo la processione è stata impossibilitata ma non la partecipazione corale, nel sagrato della Chiesa, di tutta l'assemblea alla benedizione di S. Antonio.
La ricca preparazione spirituale ha aperto il pranzo, con la classica "polentata", e il pomeriggio ad eventi ricreativi e familiari che hanno incrementato il "vivere fraterno" dei parrocchiani.
La mensa condivisa, l'animazione musicale, l'animazione dei bimbi, i fuochi pirotecnici, i giochi di società e la S. Messa del pomeriggio hanno concluso questa ricca giornata che rimane, per tutti i parrocchiani, un dono prezioso di cui lodare il Signore.

Segue una breve fotogallery della mattinata e dell'animazione pomeridiana dei bimbi



- Le foto presenti in questo articolo sono state effettuate in una celebrazione ecclesiale e un momento oratoriale di pubblico dominio che coinvolge tutti i fedeli e i partecipanti della Parrocchia di S. Antonio Abate in Ferentino.
Se qualcuno degli interessati desiderasse fare variazioni o rivendicare diritti di immagine lo faccia presente alla 
segreteria