Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Navigando questo sito, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla pagina della legislazione europea e clicca qui
La Carità

san-pietro-celestino-papa-eremita

LA POVERTA’

La povertà oltre che la prima beatitudine è la porta d’ingresso del cristianesimo.
Il povero è colui che riconosce la sua nullità e si lascia continuamente mettere in discussione dalla Parola di Dio ed è pronto a lasciarsi mettere continuamente in cammino.
Il povero non si fida delle sue certezze, non crede perché tutto ciò che gli si propone gli appare logico, ma crede perché alla propria logica preferisce la Parola di Dio.

Povertà è ritenere di appartenere a Dio e provenienti da Lui tutti i beni che abbiamo.
Povertà è saper ricevere: il dare può accarezzare anche il proprio orgoglio a voler passare per benefattori.
Il ricevere significa dichiararsi bisognosi, vuol dire far vuoto dentro di sé per accogliere l’altro. Quindi farsi umili.
Povertà è servire amorevolmente Dio negli uomini, specie nei più bisognosi e servire vuol dire vivere come loro ma con letizia e fede senza disprezzare ed ammonire i ricchi.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
ico facebook

News Cattoliche Mondo

Feed non trovato

News Cattoliche Formazione

Feed non trovato

News cattoliche Etica

Feed non trovato